Luigi Faggi Grigioni

Luigi-Faggi-Grigioni

 

La sua attività di musicista, contraddistinta da un notevole eclettismo, lo ha portato ad affrontare i più disparati generi musicali.

Come Professore d’Orchestra ha suonato (in Italia ed all’estero) ed inciso una grande varietà di repertori che vanno dall’800 alla contemporaneità collaborando con Importanti Orchestre Sinfoniche ed Enti Lirici.

Fa parte di numerosi ensemble cameristici dedicandosi prevalentemente ad autori del 900 (su tutti P. Hindemith e I. Strawinskij) ed alla musica Barocca usando sia la tromba piccola che la tromba naturale.

Ha un vasto repertorio per Tromba ed Organo ed in questa formazione (con la quale ogni anno svolge numerosi concerti) ha affrontato sia autori del 600-700 che contemporanei.

Suona regolarmente Jazz senza nascondere che proprio la musica “afroamericana” ha rappresentato la sua prima vera passione.

In questo ambito artistico per 10 anni ha collaborato stabilmente con la Colours Jazz Orchestra, ha suonato con Kenny Wheeler, Xavier Girotto, Fabrizio Bosso e tantissimi altri, ed ha  ha inciso molti dischi fra i quali occorre citare “Nineteen plus One” con Kenny Wheeler nel 2009 e “10.000 Migrants” con la Banda Olifante nel 2010 (lavoro nel quale è anche compositore di 2 brani) che dalla critica musicale italiana ed estera  hanno ricevuto numerosissimi consensi. Tra il 2010 e il 2012 ha collaborato attivamente con l’artista Urbinate Raphael Gualazzi con il quale si è esibito in più di 100 concerti oltre che in Italia in Francia, Olanda, Germania, Belgio, Svizzera e Austria.

Per ciò che riguarda la formazione musicale, oltre al grosso sforzo da autodidatta, quasi ventenne si è iscritto al Conservatorio di Pesaro diplomandosi in “Tromba” nel 1996 sotto la guida del M° Lamberto Spadari, in “Teoria della musica  Sperimentale” nel 1997 con il M° Carmelo Piccolo ed in “Musica Elettronica” nel 2000 con il M° Eugenio Giordani.